FAQ

In questa pagina elenchiamo i quesiti più frequenti e diamo risposta ...

Quali sono i tipi di errore mostrati da FeX?

Ho corretto su FeX la mia Fattura, cosa devo fare adesso?

Una volta che hai effettuato le tue modifiche e corretto i tuoi errori, scarica l'XML (l'icona la trovi nella Steps Bar che nella versione desktop è posizionata in alto a destra).
Quindi reinserisci l'XML nel tuo sistema e procedi all'invio.

FeX non mostra alcun errore sul mio XML, posso stare tranquillo?

L'algoritmo di analisi di SdI è in continua evoluzione, mai potrai avere la certezza che il tuo XML non sarà scartato.
Inoltre ricordiamo che alcuni controlli non vengono effettuati, trovi una lista in fondo alla pagina: Servizi
Tuttavia nel caso FeX non segnali errori di scarto, la probabilità che il tuo XML sia scartato è quasi nulla (vedi commento sotto sui falsi negativi), ma solo se provvedi ai seguenti separati controlli:

Posso incombere con FeX in falsi positivi?

Dopo una serie di implementazioni svolte a Luglio 2020, siamo riusciti a contenere i falsi positivi al 0,02 % sugli errori di scarto, ovvero rileviamo un errore di scarto che non è ritenuto tale da SdI ogni 5000 fatture. Dobbiamo segnalare che gli algoritmi di SdI sono in continua evoluzione e che ci sono alcune situazioni incerte che non sono state mai esplicitate. In tutti questi casi noi avvisiamo sempre e relazioniamo anche sulla situazione di incertezza.

... e riguardo i falsi negativi?

Su test effettuati a Luglio 2020, su una campionatura di 50.000 fatture, non sono stati riscontrati falsi negativi sugli errori di scarto, ma ciò non ne esclude a priori la presenza, effettuando il test su un lotto più grande.
Tuttavia ricordiamo, come anche premesso più sopra in questa pagina, che FeX non può effettuare tutti i tipi di verifica, pertanto tale test si riferisce solo ai controlli che FeX è in grado di effettuare.

Quali file FeX è in grado di leggere?

Con FeX puoi trascinare o caricare file firmati e non.
In questo momento come estensione, accettiamo solo 3 tipi: xml, p7m e txt. Stiamo tuttavia decidendo le politiche per accettare anche l'estensione "zip", in modo che si possano introdurre più fatture in una volta.

Quali allegati FeX è in grado di leggere?

Il primo processo è verificare se l'allegato è stato compresso nei seguenti formati: zip e gzip.
Quindi andiamo a leggere il file, ma solo per questi formati: pdf, xml, html, png, gif, jpg, xlsx e txt.
In qualsiasi caso, prima di visualizzarli, li convertiamo preventivamente in PDF. Infatti la Fattura potrebbe contenere allegati dannosi e convertendoli in PDF salvaguardiamo qualsiasi rischio verso l'utente.

Non riesco ad azionare il trascinamento del file

L'opzione di trascinamento (drag & drop) non è un'operazione suggerita per il mobile.
In ambienti desktop usualmente non ha particolari problemi, specie su programmi del tipo "file explorer".
Sono invece possibili i problemi con il drag & drop dall'allegato della posta elettronica, pertanto in questi casi dovrai prima salvare il file su disco.

Non riesco a trovare la Steps Bar

La Steps Bar o barra di progressione lavoro, sulla versione desktop è posizionata in alto a destra, mentre nella versione mobile è presente nella sola pagina "Inizia".
Ti consente di tenere in memoria tutti gli step di progressione del tuo lavoro, avanzerà se apporterai delle modifiche o se inserirai un nuovo XML.
Andando indietro potrai riprendere i precedenti XML inseriti od ogni piccola modifica manuale apportata.
Supponiamo ad esempio che tu abbia apportato sul tuo XML diverse modifiche manuali, ma ad un certo punto dubiti dell'efficacia del tuo lavoro. Puoi allora tornare indietro fino al punto che hai inserito l'XML e se su questo apporterai delle modifiche, il nuovo lavoro si porterà nell'ultima posizione dello storico, in modo che anche le precedenti modifiche rimarranno a disposizione.

Posso elaborare con FeX una Fattura da zero?

No, FeX non è stato progettato per questo scopo e se proprio tu volessi, non sarebbe facile.
Tendenzialmente abbiamo intenzione di lavorare su approcci tecnologici nuovi e non fare concorrenza alle software house che già gestiscono questo tipo di servizi.