Sempre più tecnologia per la Fattura elettronica XML

Vi raccontiamo i nostri progetti, le innovazioni, i lavori svolti di recente e quelli che potrebbero essere gli ulteriori sviluppi di FeX.

Release Gennaio 2022

Caricamento multiplo dei file

FeX ti da ora la possiblità di caricare più file XML in una volta!

Caricamento XML

Caricamento Allegato

Ricordiamo che il metodo Drag & Drop è preferito da ben il 65% degli utenti ed anche nel caso di caricamento multiplo rimane il metodo più agevole. Lo puoi effettuare con comodità su qualsiasi pagina del sito.

Release Dicembre 2021

Documenti in Lingua - Migliora la tua immagine verso i clienti all'estero!

FeX è senza dubbio il riferimento quando dobbiamo trasformare in un formato leggibile l'XML, ma se dobbiamo inviare il PDF ad un cliente all'estero, abbiamo bisogno che la struttura del documento sia nella sua lingua, altrimenti avrà difficoltà ad intepretarlo e probabilmente daremo l'idea di un'azienda impreparata a gestire i clienti all'estero.
FeX oggi supera questo limite dandoti la possibilità di impostare la lingua in inglese, spagnolo, francese o tedesco, per la visualizzazione e soprattutto per il PDF che manderemo al nostro cliente estero.

Il Selettore di Lingua lo trovi sulla top bar in alto a destra, dove appare "IT" quando non è selezionata una lingua diversa.
Vengono tradotti i riferimenti, ovvero i titoli, sottotitoli e leggende.
Il cliente estero potrà avere così un'idea chiara su tutta la struttura del documento e comprenderne i dettagli.
Il testo inserito nel XML invece non sarà tradotto, tuttavia se siamo un'azienda preparata a gestire i rapporti con l'estero, avremo già descritto i nostri prodotti con una lingua adeguata per il nostro cliente e quindi il PDF confezionato su FeX si renderà di particolare prestigio.
Il Selettore è interattivo, così potrai in un attimo osservare il documento nella varie lingue, molto utile se hai conoscenze di più lingue per comprendere meglio il significato di un aspetto contabile oppure per imparare la terminologia della Fattura elettronica in un'altra lingua.

Nota bene che la selezione della lingua avrà effetto solo quando è inserito un XML e sulle sole pagine PDF, Fattura e Inizia, infatti tale selettore non modifica la lingua del sito FeX-App che rimane in lingua italiana per noi italiani.

Release Novembre 2021

Favicon

La Fattura Elettronica un pò sminuisce l'essenza commerciale di un'azienda che oggi cerca di sprigionare i suoi valori attivando una serie di segnali nel mondo online. L'XML è una perfetta sintesi di dati fiscali di un'azienda, ma tali dati rimangono troppo freddi e disconnessi dalla realtà commerciale.
La favicon non è altro che un ennesimo approccio di FeX nel tentativo di rompere queste barriere. La visualizzazione di un XML rimane inespressiva quando la testata della fattura riporta solo i dati fiscali dell'azienda e neanche un logo per poterla rappresentare.
Da qui l'idea della favicon, ovvero associare il logo presente sul sito WEB di un'azienda, al suo nome nella visualizzazione della Fattura, in tal modo tale visualizzazione cambia totalmente il volto e l'azienda viene finalmente riconosciuta anche graficamente!

Per dedurre il dominio del sito WEB dell'azienda utilizziamo la valorizzazione in <Email>, quindi attiviamo una serie di filtri per sincerarci che l'email riportata sia su un effettivo dominio di quell'azienda e che, per esempio, non venga invece utilizzato un dominio di un mail provider.
Infine se è presente un dominio valido andiamo a verificare se la favicon è stata inserita in quel determinato sito.
Sarà premura del <CedentePrestatore> assicurarsi di specificare una <Email> appartenente al proprio dominio e che il relativo sito WEB sia provvisto di favicon (in caso contrario sarebbe una lacuna per la propulsione delle consuete attività online).
Solo così i clienti di tale azienda potranno visualizzare su FeX la Fattura munita del logo della favicon. Ti suggeriamo di non sottovalutare tale opportunità!

Versione V.2022

Per ulteriori dettagli ti invitiamo a leggere questa pagina:
La V.2022 con le nuove specifiche tecniche 1.7.0

Release Ottobre 2021

Messaggi Condizionali

Provano ad identificare errori che si verificano solo sotto una specifica condizione.
Dal solo XML non riusciamo a rilevare con precisione alcune informazioni. Ad esempio se il file non è stato nominato secondo le sue regole, può essere per diverse ragioni, ad esempio il file è stato ricevuto da un fornitore ed il nostro sistema per un'archiviazione più diligente ha modificato tale nome. In questo caso se io venissi avvisato che il nome del file non fosse corretto, ne sarei solo disturbato, appunto perchè è un'informazione non pertinente e già di mia conoscenza.
Per questo era necessario una tipologia di errore, che si collocasse separatamente dagli altri errori, da qui l'idea dei Messaggi Condizionali che appaiono in una posizione della pagina differente e con un format diverso dagli altri.
I Messaggi Condizionali non incidono sul voto del Fexometro e aiutano anche per determinare eventuali scadenze, come ad esempio la data entro in quale quel XML deve essere recapitato al SdI.

Informazioni del file nella pagina della Fattura

Agli inizi di FeX ritenevamo che le infomazioni della pagina della Fattura dovevano essere ridotte all'essenziale per poter essere meglio messe in risalto. Poi ci siamo accorti che l'utenza non disdegna un numero maggiori di informazioni, almeno finchè il layout rimane ordinato e le informazioni secondarie si collocano in fondo alla pagina.
In questa occasione abbiamo così introdotto anche le informazioni sul file che non sono determinate dai valori nel XML, ma dalle proprietà del file immesso. La stessa implementazione non è stata apportata nella pagina PDF, perchè qua abbiamo invece la necessità di delineare un format più compatto.

Fexometro nella top-bar

Il Fexometro è sempre stato un elemento distintivo di FeX app ed abbiamo imparato tutti a prenderlo come riferimento per la qualità della Fattura che sto visionando. Il Fexometro però non appariva in tutte le pagine, anche in alcune dove si renderebbe particolarmente utile, come ad esempio la pagina dei Nodi, dove mi posso apprestare a delle modifiche e vorrei essere interattivamente informato, oltre che degli errori anche dell'eventuale variazione del voto.
Da qui è partita l'idea di posizionarlo nella top-bar, proprio per dare la possiblità di essere sempre verificato a prescindere dalla pagina in cui sto lavorando.
Il Fexometro è visibile solo quando almeno un XML è inserito.

Scorrimento veloce degli step

Tenendo premuto il puntatore sopra le frecce di avanzamento degli step, si può ora procedere all'avanzamento veloce. Utile solo nel caso abbiamo inserito diversi XML per spostarsi più velocemente sfruttando la velocità del motore di FeX.

Release Settembre 2021

Le seguenti rappresentano le principali migliorie che abbiamo apportato in questa release:

Cadenza

La cadenza serve a rilevare con quale frequenza un determinato errore appare su FeX. Con questa informazione dovresti comprendere se l'errore è comune, oppure è capitato praticamente solo a te. Insomma una piccola infomazione in più che ti permette una migliore analisi ed un piano di azione più coscienzioso.

Visualizzazione più dinamica della pagina "Fattura".

Stiamo lentamente abbandonando una visualizzazione tradizionale, per andare verso una più dinamica, ovvero che meglio si adatta ai contenuti specifici di quel determinato XML. Nella visualizzazione PDF, per motivi di spazio limitato, avevamo già adottato questa tecnica, ovvero togliere eventuali colonne che non erano state valorizzate nel XML, per dare più "aria" al layout.

Ora questa tecnica l'abbiamo trasferita anche nella pagina "Fattura" ed abbiamo reso alcune informazioni più dinamiche. Con ciò non vogliamo stravolgere la struttura grafica, ma piuttosto cercare di rimarcare meglio le informazioni più importanti per quello specifico XML.
Un esempio può essere la colonna <ScontoMaggiorazione> nella lista dei beni/servizi, se sussistono solo sconti è inutile riportare nel titolo anche la parola "Maggiorazione", se poi la colonna è vuota, è completamente inutile visualizzarla. Occorre invece mantenere dei riferimenti precisi per i nodi di importanza contabile, quindi l'omonimo nodo <ScontoMaggiorazione> posto invece nei totali, deve rimanere in quella collocazione anche se non valorizzato, perchè il contabile se deve registrare una sopravvenienza, andrà dritto a verificare quella cella e ne risulterebbe smarrito non trovandola.
Quindi la visualizzazione dinamica è sicuramente la direzione giusta, ma occorre usare la giusta prudenza in determinati casi.

Settembre 2021 - Porgiamo delle scuse

Era da qualche mese che non effettuavamo nuove implementazioni o modifiche su FeX. Ciò ci dispiace anche perchè diversi chiarimenti sulla nuova V.2021 sono arrivate solo successivamente e quindi alcune nostre descrizioni erano rimaste imprecise, in particolare quelle relative ad alcuni codici di <TipoDocumento>, ci scusiamo.
Inoltre in questa pagina avevamo accennato ad un futuro progetto che per motivi tecnici e pratici è stato spostato molto più avanti.

Gennaio 2021 - Verifica e Visualizzazione Retroattiva

La mancanza di un nome delle versioni che si sono succedute dal 2019 ad oggi, ha creato inevitabilmente delle difficoltà. Anche per noi queste difficoltà non si esauriranno nel 2021 perché abbiamo deciso di offrire un servizio retroattivo per validare le fatture più vecchie fino al 2019.

Infatti il ciclo di vita di una Fattura non si esaurisce la con la sua emissione, ma occorre attendere ben 10 anni. Tutte le proprietà del XML sono parte attiva di questo ciclo e così anche la sua validazione per gli errori di scarto, ma anche per quelli contabili (che FeX ben rileva).

La situazione diventa complessa se pensiamo al nodo <TipoDocumento> che è ovviamente essenziale per determinare quali regole contabili il documento dovrebbe seguire ed interpretare. Il problema non sono i codici che sono stati aggiunti, ma quelli che sono stati sovrascritti.
Ad esempio il TD01 nel 2019 era una generica "Fattura", oggi verrebbe intepretata una "Fattura Immediata" (od Accompagnatoria se sono specificati i dati di trasporto o valorizzato il DDT), così se nel 2019 abbiamo correttamente usato il TD01, per emettere una "Fattura Differita", se non si tiene conto di questa sovrascrizione, questa potrebbe essere intepretata come una "Fattura Immediata" e penalizzabile in quanto non emessa nei termini.
Stesso esempio lo possiamo fare con il TD20 che era un'Autofattura generica ed oggi è restrittivamente solo una "Autofattura Denuncia".

Da questi semplici esempi e molti altri che potremmo fare, diventa essenziale che si possa disporre di un validatore e visualizzatore in grado di riconvertire i dati secondo le regole che vigevano al momento dell'emissione di quel documento, solo così sarà possibile leggerlo ed interpretarlo.
L'Agenzia delle Entrate non offre il servizio di poter validare o visualizzare un XML retroattivamente, abbiamo quindi deciso di prenderci in carico questo indispensabile servizio.
FeX con il suo Selettore di Versione interattivo, ha tramutato questa complessa situazione, in un piacevole gioco, idoneo sia per i principianti che per gli esperti o addetti ai lavori.

Più specifici dettagli puoi trovarli a questa pagina:

FeX e le versioni della Fattura elettronica XML

Pubblicato il:
Ultima modifica: