<DatiBollo> Estremi marca da bollo

Id SdI
2.1.1.6
Obbligatorio
No
Ripetibile
No
Valorizzabile
No

<DatiBollo>Valorizzeremo i discendenti di questo nodo nel caso il tipo di fornitura richieda la marca da bollo.

La marca da bollo può essere considerata un tributo alternativo all'IVA e trova applicazione quando l'IVA non è assoggetta (operazioni fuori campo IVA, esclusa, esenti e non imponibili).

Tuttavia esistono numerose eccezioni, tanto da dover richiedere alcune pagine per dare una spiegazione esauriente, ma per fortuna la Fattura Elettronica ci agevola a trovare delle regole e parametri ai quali riferirsi, potendo così sintetizzare il tutto in un semplice algoritmo, che probabilmente non comprende tutte le varie eccezioni, ma presumibilmente è lo stesso algoritmo applicato dall'Agenzia delle Entrate per determinare l'elenco "B" (l'elenco delle fatture prive di valorizzazione del bollo, ma nelle quali sono presenti i requisiti per l'assoggettamento) e pertanto dovrebbe rappresentare oggi un riferimento.
Nel seguente paragrafo illustriamo l'algoritmo con il quale FeX porta avanti le verifiche per determinare l'applicabilità del bollo e darne conseguenti avvisi.

Algoritmo per la determinazione dei requisiti per l'applicabilità dell'imposta di bollo

Viene esclusa a priori l'imposta di bollo, quando il <TipoDato> di <AltriDatiGestionali> è valorizzato con NB1, NB2 o NB3.
Sono soggette all'imposta di bollo solo le operazioni con <Natura>: N1, N2.1, N2.2, N3.4, N3.5, N3.6, N4.
Dai nodi <DatiRiepilogo> si prende la somma per ciascuna di queste <Natura> e viene determinato se l'<ImponibileImporto> complessivo è superiore a €. 77,47, in caso positivo l'imposta di bollo è applicabile.

Ulteriori Note

Si fa notare che al contrario di quanto molti ritengono che nel caso che la Fattura presenti sia importi assoggettati ad IVA che non, si deve sempre considerare il calcolo appena esposto. Ovvero si deve calcolare separatamente l'importo non assoggettato e verificare se supera i 77,47 Euro (risoluzione 98/E/2001).

Si ricorda che per le fatture si parla unicamente della marca da bollo da 2,00 Euro e che la marca da bollo da 16,00 Euro riguarda altri tipi di documenti, come ad esempio quelli rilasciati dalle pubbliche amministrazioni.